RINGIOVANIMENTO E LASER LIFTING

Ringiovanimento e Laser lifting

L’invecchiamento, i traumi, l’esposizione solare, alcuni fattori od abitudini di vita, provocano la perdita della elasticità cutanea e quindi la formazione di piccole linee sottili (rughe) intorno agli occhi, sul labbro superiore e sulla fronte.
Tutto ciò è dovuto principalmente all’assottigliamento o alla scomparsa di quel sottile strato di collagene che è normalmente posto al di sotto della cute, che la rende distesa.
Tale cute si presenta più lassa, meno compatta, scivola sulle strutture muscolari ed ossee sottostanti, dando al viso l’aspetto stanco e scavato; la sua trama è ispessita, i pori sono dilatati ed il colore sempre più grigio.
La tecnologia laser determina una stimolazione istantanea del tessuto con rimozione delle rughe, sostituzione della vecchia pelle con una nuova, e stimolazione del derma a produrre nuovo collagene, rendendo nuovamente elastiche le fibre esistenti, e ridonando loro la capacità di contrarsi ed accorciarsi nuovamente, rimodellando il tessuto con un effetto lifting.

Fotoringiovanimento con luce policromatica (IPL)
Il fotoringiovanimento è un trattamento che permette la correzione di una ampia varietà di fattori che contribuiscono all’invecchiamento del viso come lesioni cutanee benigne, imperfezioni cutanee del volto e segni dell’invecchiamento, piccoli capillari, couperose, macchie, lievissime lassità dei tessuti, fini rughe, ecc.
Il fotoringiovanimento con IPL è considerato il trattamento iniziale ideale poiché è assolutamente indolore e consente l’immediata ripresa della consueta vita di relazione garantendo risultati di rilievo e non richiede né ricovero, né interruzione della propria attività lavorativa. Il trattamento prevede flash di luce per pochi minuti sul distretto interessato.
In base alla varietà ed alla gravità delle condizioni cutanee si stabilisce un ciclo di sedute, in numero variabile da 4 a 6.
Dopo una serie di trattamenti è possibile vedere una significativa riduzione e/o scomparsa delle pigmentazioni indesiderate e delle fini rughe, con una cute più liscia e rivitalizzata. Il trattamento può essere eseguito con efficacia su viso, decolleté e mani.
La rosacea, manifestazione cutanea del viso con lesioni rossastre legate ad una dilatazione dei vasi sanguigni e ad un cronicizzarsi del flushing, è responsabile di bolle e/o pustole al naso e sulle guance, ma può essere trattata con successo con la tecnologia a luce pulsata senza effetti collaterali importanti, riducendo gli episodi di flushing e garantendo risultati efficaci.

Ringiovanimento frazionale ablativo o Skin Resurfacing
Il ringiovanimento frazionale ablativo, eseguito con laser Erbium-Yag e CO2, è un trattamento ideato per attenuare visibilmente i segni dell’invecchiamento: rughe perioculari, rughe periorali, esiti di acne, nevi dermici, verruche seborroiche, lentigo senili, lentigo solari, lesioni da foto-aging, pori dilatati ed altri inestetismi del volto possono essere rimossi, ridonando un aspetto giovanile.
Il laser CO2 offre ottimi risultati con trattamenti in anestesia locale e tempi di guarigione lunghi (2/3 mesi).
Il trattamento con i laser frazionali ablativi (come i laser a Erbium) va considerato come il trattamento ablativo innovativo ideale poiché offre un ridottissimo down-time, ovvero un brevissimo tempo di recupero, massimo tre giorni, non prevede ricovero e l’interruzione della propria attività lavorativa è minima, garantendo nel contempo risultati e soddisfazioni di rilievo.
Il trattamento può essere mirato o esteso a tutto il viso, collo, décolleté o ad altri distretti.
La luce Erbium-laser, assorbita dall’acqua delle cellule della cute, determina la vaporizzazione istantanea del tessuto con distruzione della cellula stessa. In tal modo viene rimosso un sottilissimo strato di tessuto. Tutto ciò permette di eseguire un trattamento di profondità solo dove è necessario rimuovere strutture rilevate o rughe, rigenerando l’aspetto della pelle.
Questo trattamento può causare piccole escoriazioni e/o arrossamenti; un disturbo semplice e moderato di qualche giorno.
Tale applicazione di laser terapia può essere unica o spalmata su più sedute a distanza di mesi (o anni per un refreshing). La ripetizione può essere anche consigliata nei casi più gravi. Un lieve arrossamento, simile ad un eritema solare, compare in corrispondenza dell’area dopo la seduta. Ne seguirà la progressiva scomparsa in qualche giorno.
Nelle prime settimane la nuova cute sarà molto sensibile a tutti gli agenti atmosferici, ed in particolare al sole, per cui è importante evitare esposizioni ed usare schermi protettivi solari idratanti.

Ringiovanimento frazionale non ablativo
Il ringiovanimento frazionale non-ablativo, eseguito con tecnologia laser è un trattamento ideato per attenuare visibilmente smagliature, cicatrici, rughe perioculari e periorali, esiti di acne, lentigo senili, lentigo solari, melasma-cloasma, esiti di tatuaggi, ecc.
Il trattamento con i laser frazionali non ablativi va considerato come il trattamento non ablativo innovativo ideale poiché offre un brevissimo tempo di recupero di solo poche ore. Il trattamento può essere mirato o esteso a tutto il viso, collo, décolleté o ad altri distretti.
La luce determina la denaturazione di colonne micrometriche delle strutture proteiche cutanee. In tal modo vengono create tanti micro-colonne “coagulate” che verranno sostituite da nuovo tessuto rigenerato. Il risultato sarà una cute estremamente più luminosa, più chiara, più tesa ed elastica, conferendo un’immagine più fresca e giovanile.

Laser a infrarosso
Il Laser ad infrarosso dona un effetto tensore visibile da subito; consente di aumentare la tensione della cute attraverso un riscaldamento compreso tra i 39° ed i 55°C del derma reticolare profondo (2-2,5 mm sotto la superficie della pelle).
Si ha, una fase precoce ed una fase ritardata:
• Fase precoce: aumento della tensione della cute dovuta alla retrazione delle fibre collagene indotta dal calore (studi recenti hanno dimostrato che tale retrazione avviene solo a condizione che l’apporto di calore sia moderato e crescente);
• Fase ritardata: stimolazione della produzione di nuove fibre collagene (neo-collagenesi) da parte di cellule specializzate della pelle (fibroblasti).
Lo stimolo di neo-collagenesi, prodotto dal sistema infrarosso continua per 2-4 mesi dopo il trattamento e rende conto del progressivo miglioramento dell’effetto tensivo. Per questo effetto di stimolazione il trattamento può essere considerato un utile metodo di prevenzione dei processi di invecchiamento e discesa dei tessuti molli.
Le zone trattabili sono la parte centrale ed inferiore del volto, il collo, la superficie interna delle braccia e l’addome; tale trattamento può essere combinato con altre tecnologie biomediche avanzate anti-aging.
Il trattamento con sistemi infrarossi, consiste in un numero variabile di sedute (2-6) distanziate di circa 1 mese. L’energia viene applicata appoggiando ripetutamente sulle aree da trattare un manipolo a diretto contatto con la pelle; ciò provoca una sensazione di leggero calore, generalmente ben sopportato.
L’effetto “lifting” del laser infrarosso è osservabile fin dai primi giorni dopo il trattamento e raggiunge il suo massimo livello entro i primi mesi.
Dopo il trattamento, le aree trattate risulteranno lievemente arrossate ma tutto torna alla normalità dopo alcune ore.
Nella maggior parte dei casi i risultati sono visibili immediatamente dopo la prima applicazione. Il corpo svilupperà nuovo collagene per i successivi sei mesi e quindi il risultato finale sarà apprezzato progressivamente.