LIFTING CORPOREO CON FILI DI TRAZIONE E BIOSTIMOLAZIONE

Lifting corporeo con fili di trazione e biostimolazione

È un trattamento di ultima generazione non invasivo per viso, collo e corpo eseguibile in ambulatorio.
Attraverso l’inserimento di fili biorivitalizzanti in PDO (polidiossanone) completamente riassorbibili, si ottiene un effetto liftante (propriamente definito soft-lifting) che, aumentando la produzione di collagene, dona immediatamente tono ed elasticità alla pelle, fornendo sostegno alla zona del corpo che presenta cedimento.
Innanzitutto, il lifting non chirurgico da una parte favorisce un’intensa biostimolazione dei tessuti e dall’altra crea un naturale sostegno dei tessuti lassi, sia a livello cutaneo, che connettivale.
Nello specifico:
1. Il posizionamento dei fili riassorbibili fornisce alla pelle elasticità, maggiore luminosità con conseguente miglioramento immediato dell’aspetto delle rughe;
2. Rimodellando il tessuto e quindi la pelle flaccida, determinano un effetto lifting istantaneo;
3. Favoriscono l’apporto del flusso sanguigno nelle zone trattate, in quanto stimolano il metabolismo cellulare favorendo la microcircolazione;
4. Il filo PDO è riassorbibile mediante azione idrolitica in circa 6-8 mesi, anche se progressivamente, giorno dopo giorno, la pelle acquista sempre più lucentezza, tonicità e compatezza.
L’applicazione dei fili riassorbibili è rivolta sia a donne che uomini che tendenzialmente dopo i 30 anni iniziano a notare rughe o cedimenti del:
• Volto (profilo mandibolare, guancia, palpebra inferiore, sopracciglia);
• Collo;
• Corpo (interno cosce, ginocchia, glutei, fianchi, braccia, addome).
In generale questa procedura è indicata a chiunque avesse la necessità di rimodellare la cute che ha perso tonicità ed in tutti i casi in cui si desidera ottenere una biostimolazione di lunga durata.

TECNICA DI TRATTAMENTO
L’introduzione dei fili riassorbibili è, in sostanza, completamente indolore, infatti non c’è alcun bisogno di anestesia.
Questa nuova tecnica si basa sull’introduzione di fili in PDO (polidiossanone) sotto la cute, senza bisogno d’incisioni. Il filo è collocato all’interno di un ago ipodermico sottilissimo che viene a sua volta inserito delicatamente nel tessuto. Dopo che l’ago è entrato completamente, viene estratto ed il filo resta inserito nei tessuti. Il filo è, quindi, antimicrobico e non dà luogo a reazioni allergiche.
I fili biorivitalizzanti in PDO possono essere:
• Twin: dotati di un’aletta che va a donare elasticità alla zona interessata;
• Screw: di forma arricciata, particolarmente adatta a trattare le zone con presenza di rughe;
• Barb: con azione propriamente liftante grazie alla sua forma a spirale.
Tutte le informazioni inerenti i fili di trazione e di biostimolazione in PDO, le troverete nella sezione dedicata.

RIPRESA NORMALI ATTIVITÀ
Praticamente già immediatamente dopo l’applicazione dei fili in PDO biorivitalizzanti, il paziente noterà da subito un importante miglioramento della cute, grazie al meccanismo di sollevamento biologico autoindotto.
Come accennato in precedenza, i fili si dissolvono gradualmente in circa 6-8 mesi, ma i risultati saranno percepibili per un tempo maggiore poiché l’effetto è legato principalmente alla stimolazione endogena che i fili favoriscono e non solamente al tempo di permanenza del filo stesso.
Trascorse circa 2-3 settimane, la produzione dei fattori di crescita, consente la creazione di una struttura di sostegno con evidente effetto “lifting”.

CONTROLLI
Viene eseguita una visita di controllo a distanza di 10 giorni, dove si controlla l’eventuale necessità di fili aggiuntivi.
Dopo alcuni mesi si può affermare che il filo è al massimo della sua azione biorivitalizzante, in quanto si ha la formazione di collagene intorno al filo stesso. In base alle diverse necessità del paziente il trattamento può essere ripetuto ogni volta che si desidera, in quanto non ci sono controindicazioni.
Inoltre i fili in PDO contribuiscono ad aumentare l’effetto e la durata di altri trattamenti estetici quali peeling (collegamento ipertestuale a dermoabrasione chimica), tossina botulinica (collegamento ipertestuale a botox) e biostimolazioni.

Queste informazioni sono solo anticipatorie ma, al fine di fornirvi una maggior chiarezza, durante la prima visita vi verrà rilasciata copia del consenso informato e verrà discusso tale consenso insieme a voi, in modo da farvi approcciare l’intervento di Medicina Estetica con serenità e corretta informazione.