LIFTING BRACCIA

Lifting delle braccia

Quando si ha un eccesso di tessuto cutaneo causato da un rilassamento troppo marcato della cute dato dalla lassità che aumenta con l’età o conseguente ad un dimagrimento eccessivo, l’intervento chirurgico migliore è la brachioplastica, o lifting delle braccia. Con questa procedura non solo si rimuoverà il tessuto in eccesso ma si procederà a rimettere in tensione tutti i tessuti cutanei.
Se la ptosi è appena accennata e non di grave entità, l’effetto liftante si potrà effettuare anche mediante radiofrequenza e laser, abbreviando tempi chirurgici ed accelerando quelli di recupero, e si potrà ottenere un buon risultato anche mediante una tecnica meno invasiva di liposuzione .

TECNICA CHIRURGICA
Come per ogni operazione, è necessaria la sospensione di medicinali contenenti acido acetilsalicilico (tra cui l’aspirina) a 2 settimane dall’intervento e la sospensione di fumo ed alcol 15 giorni prima di effettuare il ricovero e 15 giorni successivamente.
L’operazione consiste nell’asportazione di una losanga cutanea con il tessuto adiposo sottostante in eccesso, a livello della faccia interna delle braccia e vicino all’ascella; l’area da eliminare viene pianificata pre-operatoriamente.
Dopo l’asportazione segue la sutura della ferita, con punti interni e con punti esterni non riassorbibili di rinforzo che dovranno essere rimossi successivamente.
Si deve ricordare che tale operazione crea delle cicatrici che nella maggior parte dei casi saranno totalmente nascoste all’interno dell’ascella e in minima parte si estendono nella parte interna delle braccia. Fortunatamente dopo pochi mesi la cicatrice potrà vedersi molto poco, anche grazie all’azione di nuove tecniche laser.
Il lifting delle braccia può essere associato ad interventi di liposuzione o liposcultura, in quanto l’accumulo di tessuto adiposo impegna principalmente la parte interna delle braccia, laddove la pelle è particolarmente sottile.
A fine operazione viene confezionata una medicazione compressiva che deve essere mantenuta per i primi 8 giorni.

RIPRESA NORMALI ATTIVITÀ
Si consiglia di sottoporsi a questa operazione lontano dai mesi estivi per agevolare il normale decorso post-operatorio e per evitare l’esposizione delle cicatrici fresche al sole.
Può essere eseguita in anestesia locale con sedazione e con un ricovero in day-hospital o di una notte, quindi le normali attività posso riprendere immediatamente avendo una particolare attenzione a non effettuare movimenti bruschi per i primi dieci giorni.
A 14 giorni di distanza dall’operazione sarà possibile riprendere l’attività lavorativa, mentre l’attività sportiva potrà essere ripresa 1 mese dopo. Subito dopo l’intervento si proverà un dolore più o meno intenso, a seconda della soglia di sopportazione del dolore di ciascun paziente, che potrà essere controllato con i normali antidolorifici.

CONTROLLI
Dopo 8 giorni vengono rimossi i punti e durante la visita di controllo viene sostituita la medicazione compressiva con una guaina elasto-compressiva che deve essere mantenuta per almeno i primi 40 giorni post-operatori.
Seguirà una visita di controllo a 30 giorni e a 90 giorni, per valutare l’evoluzione della cicatrizzazione.
Il trattamento può essere inserito nel programma LONG ACTING del profilo corporeo che prevede l’inserimento e la prosecuzione del nostro percorso nutrizionale personalizzato (collegamento ipertestuale a NUTRIZIONE).

Queste informazioni sono solo anticipatorie ma, al fine di fornirvi una maggior chiarezza, durante la prima visita vi verrà rilasciata copia del consenso informato e verrà discusso tale consenso insieme a voi, in modo da farvi approcciare l’intervento di Chirurgia Estetica con serenità e corretta informazione.