GLUTEOPLASTICA NON CHIRURGICA

Gluteoplastica non chirurgica

Attraverso la Medicina Estetica si può intervenire per rimodellare o risollevare il lato B.
Quando si parla di “rimodellamento” non chirurgico si intende una volumizzazione del gluteo tramite l’utilizzo di Acido Ialuronico (HA) o tramite lipofilling.
Quando invece si tratta di alzare un gluteo ptosico, il lifting gluteo può essere eseguito tramite fili di trazione e d’ancoraggio.
Il lifting dei glutei tramite fili di sospensione è una tecnica di ultima generazione che permette di sollevare i glutei donando una maggiore proiezione di natiche piatte e con insufficiente tonicità muscolare.
È ideale quando:
• I glutei presentano cedimento (ptosi);
• Si ha perdita di forma dei glutei, anche se il paziente ha una modesta quantità di tessuto adiposo;
• Si desidera avere un gluteo ben definito e più “alto”.
Oltre ai fili di ancoraggio elastici in silicone ricoperti di poliestere, esistono anche i fili di trazione e biostimolazione, che possono essere utilizzati per ridensificare e sollevare i glutei.
La correzione attraverso HA invece, è un intervento che permette il rimodellamento dei glutei sia dal punto di vista del volume che della forma, grazie a particolari e specifici filler di HA per il corpo.

TECNICA DI TRATTAMENTO
Fili di trazione elastici
Vengono utilizzati fili elastici di silicone ricoperti di poliestere, creati per la sospensione e per la trazione dei tessuti. Il filo è invisibile, impalpabile e non lacera i tessuti.
L’incisione a livello laterale del gluteo è molto piccola (5 millimetri), e il filo viene inserito nel sottocute tramite l’utilizzo di una speciale cannula. Dopo aver posizionato il filo, il Chirurgo esegue due cerchi sul gluteo. Distendendo i due capi del filo, l’adipe presente si unisce e si solleva in modo naturale. Il risultato sarà quello di aumentare la proiezione dei glutei, senza lasciare cicatrici o rimuovere la cute.
Può essere associato all’intervento di riempimento dei glutei con lipofilling.
Dopo l’intervento, verrà applicata sulla medicazione una guaina compressiva.

Fili di trazione e biostimolazione
Per quanto riguarda l’utilizzo di fili di trazioni e biostimolanti, è una procedura indicata per chi avesse la necessità di rimodellare la cute che ha perso tono, e in tutti i casi in cui si desidera ottenere una biostimolazione di lunga durata.
L’introduzione dei fili riassorbibili è, completamente indolore e non c’è alcun bisogno di anestesia.
Questa nuova tecnica si basa sull’introduzione di fili in PDO (polidiossanone) sotto la cute, senza bisogno d’incisioni. Il filo è collocato all’interno di un ago ipodermico sottilissimo che viene a sua volta inserito delicatamente nel tessuto. Dopo che l’ago è entrato completamente, viene estratto ed il filo resta inserito nei tessuti.
Tutte le informazioni inerenti i fili di trazione e di biostimolazione in PDO invece, le troverete nella sezione dedicata.

Acido Ialuronico
È un trattamento alternativo alle tecniche di lipofilling.
Viene eseguito un disegno pre-trattamento che mette in risalto le aree da trattare, di modo da creare le salienze desiderate, e dopo aver eseguito una blanda anestesia locale, si procede con l’iniezione di HA a livello dei piani profondi.
Si utilizza un gel di acido ialuronico polimerizzato (meno attaccabile dagli enzimi ialuronidasi che tendono a degradarlo) specifico per il corpo e grazie alla sua elevata densità rispetto ai filler viso, permette di risollevare e modellare il corpo anche su ampie superfici, rappresentando una valida alternativa al lipofilling o all’impianto di protesi glutee. Viene eseguito in anestesia locale.
È un acido ialuronico estremamente sicuro soprattutto per il rimodellamento dei glutei ma non solo, infatti possono essere trattati anche:
• Polpacci;
• Addome;
• Pettorali;
• Bicipiti;
• Arto inferiore: depressioni cutanee ed esiti cicatriziali post-liposcultura;
• Cicatrici post-intervento chirurgico;
• Lipodistrofie.

RIPRESA NORMALI ATTIVITÀ
Tutti gli interventi sopra citati si effettuano in anestesia locale quindi il paziente potrà tornare immediatamente a casa e riprendere le normali attività quotidiane.
Per quanto riguarda i fili, questi non provocano alcun fastidio, il dolore è minimo e risponde bene ai più comuni antidolorifici.
La comparsa di ematomi associati a gonfiore è da ritenersi del tutto normale per 4-5 giorni; in ogni caso verrà applicata sulla medicazione una guaina compressiva dopo l’intervento.
Per quanto concerne l’HA, quest’ultimo è ben tollerato e privo di rischi in quanto è un polisaccaride presente naturalmente ed identico in tutti i tessuti umani, pertanto non comporta effetti collaterali come allergie o rigetto. Può presentarsi un dolore medio nei giorni seguenti al trattamento che però risponde positivamente ai più comuni antidolorifici.
Per quanto riguarda i fili di trazione e biostimolazione, già immediatamente dopo l’applicazione dei fili, il paziente noterà un importante miglioramento della cute grazie al meccanismo di sollevamento biologico auto-indotto.
Come accennato in precedenza, i fili si dissolvono gradualmente in circa 6-8 mesi ma i risultati saranno percepibili per un tempo maggiore, poiché l’effetto è legato principalmente alla stimolazione endogena che i fili favoriscono e non è legato solamente al tempo di permanenza del filo stesso.
Trascorse circa 2-3 settimane, la profonda stimolazione dei fattori di crescita consente la creazione di una struttura di sostegno con evidente effetto “lifting”.
Dopo alcuni mesi il filo è al massimo della sua azione biorivitalizzante e si ha la formazione di collagene intorno al filo stesso.
In base alle diverse necessità del paziente il trattamento può essere ripetuto ogni volta che si desidera.

CONTROLLI
il risultato è immediato, naturale e duraturo; viene eseguita una visita di controllo a 15 giorni durante la quale si programmeranno le sedute successive.
Tutti i trattamenti sopra citati, possono essere ripetuti essendo basati su materiali completamente riassorbibili.

Queste informazioni sono solo anticipatorie ma, al fine di fornirvi una maggior chiarezza, durante la prima visita vi verrà rilasciata copia del consenso informato e verrà discusso tale consenso insieme a voi, in modo da farvi approcciare l’intervento di Medicina Estetica con serenità e corretta informazione.