CARBOSSITERAPIA

Carbossiterapia

La carbossiterapia è una procedura di Medico Estetica non invasiva, per il trattamento della cellulite e del grasso localizzato.
La CO2 medicale influisce sulla circolazione, attraverso la sua azione vasomotoria, incrementando il flusso a livello del distretto trattato.
Grazie all’effetto Bohr si può influenzare il metabolismo dei lipidi, provocando un aumento della biodisponibilità dell’ossigeno necessario per i processi di ossidazione lipidica, determinando quindi un effetto lipolitico.
L’anidride carbonica è un gas normalmente prodotto dall’organismo sia a riposo che durante l’esercizio fisico e che, come si è appurato, apporta notevoli benefici in molti campi: vascolari, dermatologici e medico estetici. In particolare l’immissione sotto pelle di anidride carbonica produce l’effetto di riaprire i capillari ostruiti, agendo come vasodilatatore e favorendo la riattivazione del micro-circolo e una corretta ossigenazione dei tessuti.
In specifico, con il metodo della carbossiterapia è possibile contrastare:
• Problemi di circolazione: come detto, l’anidride carbonica ha un effetto immediato di vasodilatazione che permette di favorire il flusso sanguigno. I tessuti risultano meglio ossigenati e in grado di smaltire le scorie;
• I depositi adiposi: localizzati su cosce, fianchi e addome. Da un lato, si ottiene un effetto lipolitico quasi immediato, dall’altro, l’immissione di CO2 provoca l’ossigenazione dei tessuti e la riattivazione del metabolismo cellulare e degli enzimi deputati a sciogliere e riassorbire i grassi;
• Invecchiamento e rilassamento cutaneo: l’effetto biostimolante della carbossiterapia è molto efficace per l’idratazione e il tono della cute. In particolare, l’ossigenazione dei tessuti, il miglioramento della circolazione e la riattivazione dei fibroblasti (le cellule che producono collagene e fibre elastiche) rendono la pelle più tonica e compatta. Questa tecnica è efficace anche per ridurre le smagliature e cicatrici.
Infine la somministrazione sottocutanea di anidride carbonica può essere utilizzata prima di un intervento di liposcultura, ottenendo così un miglioramento del risultato finale e la diminuzione dei tempi di recupero post-intervento.

TECNICA DI TRATTAMENTO
Prima di iniziare un ciclo di carbossiterapia il paziente viene sottoposto a una visita accurata per svolgere un’analisi clinica, analizzare la problematica e stabilire l’obiettivo da raggiungere con eventuali suggerimenti riguardo lo stile di vita (collegamento ipertestuale a MENTAL COACH) e l’alimentazione. (collegamento ipertestuale a NUTRIZIONE)
Il trattamento vero e proprio si effettua grazie ad una apparecchiatura elettromedicale certificata, collegata ad una bombola di CO2 medicale, che permette l’erogazione del gas in modo controllato e programmabile. L’applicazione avviene grazie ad iniezioni sottocutanee o intradermiche, con aghi sottilissimi.

RIPRESA NORMALI ATTIVITÀ
La terapia effettuata con la anidride carbonica non è invasiva, è veloce e praticamente indolore; eventuali effetti collaterali sono veramente minimi e possono variare a seconda dei pazienti.
Durante il trattamento piccoli gonfiori, arrossamenti e una sensazione di calore o formicolio, che peraltro scompaiono in pochi minuti, sono l’effetto naturale dell’azione drenante e stimolante della circolazione del gas.
In una limitata percentuale di soggetti possono comparire piccoli lividi che vengono riassorbiti in un paio di giorni.
La carbossiterapia è controindicata durante la gravidanza e in caso di diabete, anemia, cardiopatie e problemi respiratori, cardiaci, epatici o renali.
È importante ricordare che l’anidride carbonica non è tossica, essendo prodotta normalmente dalle cellule del nostro organismo.

CONTROLLI
Le sedute durano in media circa 15 minuti e il loro numero varia a seconda del problema su cui si va ad intervenire. Un primo ciclo di terapia prevede di solito da 6 a 10 sedute, con cadenza settimanale.
In base ai risultati del primo ciclo di trattamento si possono consigliare ulteriori sedute di mantenimento; in media può essere ripetuto 2-3 volte l’anno.

Queste informazioni sono solo anticipatorie ma, al fine di fornirvi una maggior chiarezza, durante la prima visita vi verrà rilasciata copia del consenso informato e verrà discusso tale consenso insieme a voi, in modo da farvi approcciare l’intervento di medicina estetica con serenità e corretta informazione.